Spedizioni in tutto il mondo - Customer care +39 0171 772014
In Italia Spedizioni gratuite per ordini superiori a 130€
per estero sedizioni gratuite sopra i 170 € di ordine
Carrello 0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

MONTEFARMACO OTC SpA

DENTINALE*PASTA GENGIVALE 25G -15%

DENTINALE*PASTA GENGIVALE 25G

€ 12,90 € 11,00

0,5% + 0,5% PASTA GENGIVALETUBO 25 G" L’uso, specie se prolungato, del prodotto non esclude la possibilità, anche se molto rara, di fenomeni di sensibilizzazione. Qualora dovessero verificarsi sospendere l’applicazione del preparato. Tenere il prodotto fuori dalla portata dei bambini. Conservare a temperatura inferiore a 30°C. Massaggiare le gengive del bambino con un dito o con un batuffolo di cotone, moderatamente cosparso di DENTINALE. Applicare il preparato 2-3 volte al giorno secondo necessità. È opportuno mantenere il trattamento per il periodo strettamente necessario, soprattutto nel caso in cui si proceda ad un trattamento a livello delle mucose. Ipersensibilità accertata verso i componenti. Trattamento dei dolori alle gengive per la nascita dei primi denti dei bambini (eruzioni dolorose dei denti nella prima infanzia). Saccarina, Mentolo, Zafferano tintura, Arancia dolce essenza, Sodio carbonato anidro, Acqua depurata, Miele100 g di pasta gengivale contengono: Amilocaina cloridrato 500 mg Sodio benzoato 500 mg I principali effetti indesiderati che riguardano la somministrazione di anestetici locali, in genere si manifestano a livello gastrointestinale con nausea e vomito. Per alti dosaggi nel caso in cui l’amilocaina raggiunga il circolo sistemico, si possono avere manifestazioni a livello gastrointestinale come nausea e vomito e a livello del sistema nervoso centrale come eccitazione e tremore. Non pertinente. Non segnalate.

Dettagli Aggiungi al carrello

11,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
CITRATO ESPRESSO GABBIANI*LIM -21%

CITRATO ESPRESSO GABBIANI*LIM

€ 7,00 € 5,50

8,155 G/100 G + 0,7 G/100 G POLVERE PER SOLUZIONE ORALE GUSTO LIMONE1 FLACONE DA 43 G" Avvertenze L’abuso di lassativi (uso frequente o prolungato con dosi eccessive) può causare diarrea persistente con conseguente perdita di acqua, sali minerali (specialmente potassio) e altri fattori nutritivi essenziali. Nei casi più gravi è possibile l’insorgenza di disidratazione o ipopotassiemia la quale può determinare disfunzioni cardiache o neuromuscolari, specialmente in caso di contemporaneo trattamento con glicosidi cardiaci, diuretici o cortocosteroidi. L’abuso di lassativi, specialmente quelli di contatto (lassativi stimolanti), può causare dipendenza (e, quindi, possibile necessità di aumentare progressivamente il dosaggio), stitichezza cronica e perdita delle normali funzioni intestinali (atonia intestinale). Precauzioni per l’uso I sali di magnesio devono essere somministrati con cautela nei pazienti in trattamento con glicosidi digitalici. Il preparato contiene saccarosio, prestare attenzione in caso di diabete o nel caso di diete ipocaloriche. Nei bambini al di sotto dei 12 anni il medicinale può essere usato solo dopo aver consultato il medico. Il trattamento della stitichezza cronica o ricorrente richiede sempre l’intervento del medico per la diagnosi, la prescrizione dei farmaci e la sorveglianza nel corso della terapia. Consultare il medico quando la necessità del lassativo deriva da un improvviso cambiamento delle precedenti abitudini intestinali (frequenza e caratteristiche delle evacuazioni) che duri da più di due settimane o quando l’uso del lassativo non riesce a produrre effetti. È inoltre opportuno che i soggetti anziani o in non buone condizioni di salute consultino il medico prima di usare il medicinale. Nessuna. Adulti: un flacone. Bambini (al di sopra dei 2 anni): mezzo flacone. Non superare mai la dose indicata. Il flacone si scioglie in 50 ml di acqua (4 cucchiai da tavola), mezzo flacone in 25 ml di acqua (2 cucchiai da tavola). Si agita, si attende che l’effervescenza sia cessata, che la bevanda si sia riscaldata e si beve tiepida. Assumere preferibilmente la sera. Una dieta ricca di liquidi favorisce l’effetto del medicinale. I lassativi devono essere usati il meno frequentemente possibile e per non più di sette giorni. L’uso per periodi di tempo maggiori richiede la prescrizione del medico dopo adeguata valutazione del singolo caso. Ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Infiammazioni appendicolari. I lassativi sono controindicati nei soggetti con dolore addominale acuto o di origine sconosciuta, nausea o vomito, ostruzione o stenosi intestinale, sanguinamento rettale di origine sconosciuta, grave stato di disidratazione. CITRATO ESPRESSO GABBIANI non deve in genere essere usato in caso di malattie renali. Generalmente controindicato durante la gravidanza e l’allattamento (vedere p. 4.6). Generalmente controindicato in età pediatrica (vedere p. 4.4). Trattamento di breve durata della stitichezza occasionale. Citrato Espresso Gabbiani polvere per soluzione orale gusto arancio contiene: acido citrico, aroma arancio, saccarosio. Citrato Espresso Gabbiani polvere per soluzione orale gusto limone contiene: acido citrico, aroma limone, saccarosio.100 g di Polvere effervescente gusto arancio contengono: magnesio ossido 8,155 g; magnesio carbonato 0,700 g. 100 g di Polvere effervescente gusto limone contengono: magnesio ossido 8,155 g; magnesio carbonato 0,700 g. Occasionalmente: dolori crampiformi isolati o coliche addominali, più frequenti nei casi di stitichezza grave. L’uso continuato, soprattutto in presenza di disfunzioni renali, può provocare un fenomeno di accumulo di magnesio nell’organismo, con una sequela di effetti collaterali, fra cui vertigine e stordimento. Nel caso in cui si assuma una elevata dose di prodotto, possono comparire eruzioni cutanee ed ipotensione per vasodilatazione. A livello gastrointestinale possono manifestarsi casi di nausea, vomito e, in casi rarissimi, paralisi dell’ileo. Dosi eccessive possono causare dolori addominali e diarrea; le conseguenti perdite di liquidi ed elettroliti devono essere rimpiazzate. Vedere inoltre quanto riportato nel paragrafo 4.4 "Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso" circa l’abuso di lassativi. Non esistono studi adeguati e ben controllati sull’uso del medicinale in gravidanza o nell’allattamento. Pertanto il medicinale deve essere usato solo in caso di necessità, sotto il diretto controllo del medico, dopo aver valutato il beneficio atteso per la madre in rapporto al possibile rischio per il feto o per il lattante. I lassativi possono ridurre il tempo di permanenza nell’intestino, e quindi l’assorbimento, di altri farmaci somministrati contemporaneamente per via orale. Evitare quindi di ingerire contemporaneamente lassativi ed altri farmaci: dopo aver preso un medicinale lasciare trascorrere un intervallo di almeno due ore prima di prendere il lassativo.

Dettagli Aggiungi al carrello

5,50

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
NORMALENE*20CPR RIV 5MG -6%

NORMALENE*20CPR RIV 5MG

€ 6,90 € 6,50

5 MG COMPRESSE RIVESTITE20 COMPRESSE" Avvertenze L’abuso di lassativi (uso frequente o prolungato con dosi eccessive) può causare diarrea persistente con conseguente perdita di acqua, sali minerali (specialmente potassio) e altri fattori nutritivi essenziali. Nei casi più gravi è possibile l’insorgenza di disidratazione o ipopotassiemia la quale può determinare disfunzioni cardiache o neuromuscolari, specialmente in caso di contemporaneo trattamento con glicosidi cardiaci, diuretici o corticosteroidi. L’abuso di lassativi, specialmente quelli di contatto (lassativi stimolanti), può causare dipendenza (e, quindi, possibile necessità di aumentare progressivamente il dosaggio), stitichezza cronica e perdita delle normali funzioni intestinali (atonia intestinale). Precauzioni per l’uso Il trattamento della stitichezza cronica o ricorrente richiede sempre l’intervento del medico per la diagnosi, la prescrizione dei farmaci e la sorveglianza nel corso della terapia. Consultare il medico quando la necessità del lassativo deriva da un improvviso cambiamento delle precedenti abitudini intestinali (frequenza e caratteristiche delle evacuazioni) che duri da più di due settimane o quando l’uso del lassativo non riesce a produrre effetti. È inoltre opportuno che i soggetti anziani o in non buone condizioni di salute consultino il medico prima di usare il medicinale. La somministrazione di bisacodile deve essere effettuata con cautela in pazienti con infiammazioni rettali e manifestazioni emorroidali. Conservare a temperatura non superiore a 30° C. I bambini di età uguale o inferiore a 10 anni con stitichezza cronica devono essere trattati sotto controllo medico. Il bisacodile non deve essere usato nei bambini di età uguale o inferiore a due anni. Trattamento a breve termine della stitichezza : Adulti e bambini di età superiore ai 10 anni: 1–2 compresse rivestite (5–10 mg) al giorno prima di andare a letto. Bambini da 2 a 10 anni: 1 compressa rivestita (5 mg) al giorno prima di andare a letto. Le compresse rivestite debbono preferibilmente essere somministrate dopo il pasto serale, in modo che l’effetto del lassativo, che si produce dopo 10–12 ore, non disturbi il sonno. Ingerire insieme ad una adeguata quantità di acqua (un bicchiere abbondante). La dose corretta è quella minima sufficiente a produrre una facile evacuazione di feci molli. È consigliabile usare inizialmente le dosi minime previste. Quando necessario, la dose può essere poi aumentata, ma senza mai superare quella massima indicata. I lassativi devono essere usati il meno frequentemente possibile e per non più di sette giorni. L’uso per periodi di tempo maggiori richiede la prescrizione del medico dopo adeguata valutazione del singolo caso. Una dieta ricca di liquidi favorisce l’effetto del medicinale. Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. I lassativi sono controindicati nei soggetti con dolore addominale acuto o di origine sconosciuta, nausea o vomito, ostruzione o stenosi intestinale, sanguinamento rettale di origine sconosciuta, grave stato di disidratazione. Controindicato nei bambini al di sotto dei due anni. Generalmente controindicato durante la gravidanza e l’allattamento (vedere p. 4.6). I pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al fruttosio, da malassorbimento di glucosio–galattosio, o da insufficienza di sucrasi isomaltasi, non devono assumere questo medicinale. Trattamento di breve durata della stitichezza occasionale. Una compressa rivestita contiene: cellulosa microcristallina, talco, amido di mais, titanio biossido, etile ftalato, trietil citrato, saccarosio, glicerolo dibeenato, polivinilpirrolidone, sorbitolo, copolimero dell’acido metacrilico, gomma lacca, ipromellosa, macrogol stearato 400, macrogol 6000.Una compressa rivestita contiene: bisacodile 5 mg. Occasionalmente: dolori crampiformi isolati o coliche addominali, più frequenti nei casi di stitichezza grave. Comunicare al proprio medico o al proprio farmacista la comparsa di eventuali altri effetti indesiderati. Dosi eccessive possono causare dolori addominali e diarrea; le conseguenti perdite di liquidi ed elettroliti devono essere rimpiazzate. Vedere inoltre quanto riportato nel paragrafo 4.4 "Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso" circa l’abuso di lassativi. Non esistono studi adeguati e ben controllati sull’uso del medicinale in gravidanza o nell’allattamento. Pertanto il medicinale deve essere usato solo in caso di necessità, sotto il diretto controllo del medico, dopo aver valutato il beneficio atteso per la madre in rapporto al possibile rischio per il feto o per il lattante. I lassativi possono ridurre il tempo di permanenza nell’intestino, e quindi l’assorbimento, di altri farmaci somministrati contemporaneamente per via orale. Evitare quindi di ingerire contemporaneamente lassativi ed altri farmaci: dopo aver preso un medicinale lasciare trascorrere un intervallo di almeno due ore prima di prendere il lassativo. Il latte o gli antiacidi possono modificare l’effetto del medicinale: lasciare trascorrere un intervallo di almeno un’ora prima di prendere il lassativo.

Dettagli Aggiungi al carrello

6,50

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
IRIDINA LIGHT*GTT 10ML 0,01% -19%

IRIDINA LIGHT*GTT 10ML 0,01%

€ 8,90 € 7,20

0,1 MG/ML COLLIRIO, SOLUZIONE1 FLACONE 10 ML" Non usare in trattamenti prolungati, se dopo breve periodo di tempo non si presentano risultati apprezzabili consultare il medico. L’uso, specie prolungato, dei prodotti per uso topico può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione, in tal caso interrompere il trattamento e consultare il medico per istituire una terapia idonea. L’ingestione o l’inalazione accidentale di alcuni disinfettanti può avere conseguenze gravi, talvolta fatali. In caso di ingestione accidentale del prodotto, consultare immediatamente un medico. Il prodotto è solo per uso esterno. È da evitare l’applicazione in caso di infiammazioni, ferite o abrasioni corneali. Portatori di lenti a contatto: attendere 15 minuti tra l’instillazione del collirio e l’applicazione di lenti a contatto. Non usare mentre si indossano lenti a contatto. Questo medicinale non richiede alcuna particolare condizione per la conservazione Una o due gocce in ciascun occhio fino a cinque o sei volte al giorno. Ipersensibilità verso i componenti. Non usare in bambini al di sotto dei 12 anni, se non dopo aver consultato il medico. Disinfezione della mucosa oculare. È coadiuvante nel trattamento degli occhi irritati da polvere e fumo. Disodio edetato, Sodio cloruro, Sodio Ialuronato, Acqua distillata di Hamamelis, Acqua distillata di Camomilla, Acqua depurata10 ml di collirio, soluzione contengono: Benzalconio cloruro 1 mg Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1 È possibile il verificarsi, in qualche caso, di intolleranza (bruciore o irritazione), peraltro priva di conseguenze, che non richiede modifiche del trattamento. Comunicare al proprio medico o al proprio farmacista la comparsa di effetti indesiderati non descritti nel foglio illustrativo. In caso di sovradosaggio per ingestione accidentale del prodotto consultare immediatamente un medico. Evitare emesi e lavanda gastrica. Non risultano limitazioni d’uso durante la gravidanza e l’allattamento. Evitare l’uso contemporaneo di altri antisettici e detergenti.

Dettagli Aggiungi al carrello

7,20

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
FASTUADVANCE SOLUZIONE CUTANEA * SPRAY 25G 4% -51%

FASTUADVANCE SOLUZIONE CUTANEA * SPRAY 25G 4%

€ 14,20 € 6,90

4% SPRAY CUTANEO SOLUZIONE 1 FLACONE IN VETRO DA 25 G CON POMPA DOSATRICE La possibilità di eventi avversi sistemici con l’applicazione di Diclofenac Giuliani non può essere esclusa se il preparato viene usato su aree cutanee estese e per un periodo prolungato (vedere il Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto delle forme sistemiche di diclofenac). Diclofenac Giuliani deve essere applicato solamente su cute intatta, non malata, e non su ferite cutanee o lesioni aperte. Non deve essere lasciato entrare in contatto con gli occhi o membrane mucose e non deve essere ingerito. Diclofenac Giuliani può essere usato con bendaggi non occlusivi, ma non deve essere usato con un bendaggio occlusivo che non lasci passare aria. I pazienti devono essere avvertiti di evitare l’esposizione alla luce solare o alle radiazioni delle lampade abbronzanti al fine di ridurre l’incidenza della fotosensibilità. Interrompere il trattamento se si sviluppa rash cutaneo dopo applicazione del prodotto. Occorre prestare cautela nell’uso di Diclofenac Giuliani in concomitanza con FANS assunti per via orale, in quanto può aumentare l’incidenza degli effetti collaterali sistemici (vedere paragrafo 4.5). Gli effetti indesiderati possono essere ridotti usando la dose minima efficace per il minor tempo possibile. Il broncospasmo può essere aggravato nei pazienti che soffrono o hanno sofferto in passato di asma bronchiale o malattia allergica. Diclofenac Giuliani deve essere impiegato con cautela nei pazienti che hanno anamnesi di ulcera peptica, insufficienza epatica o renale, diatesi emorragica o malattia infiammatoria intestinale, poiché sono stati registrati casi isolati in seguito all’uso topico di diclofenac. Diclofenac Giuliani contiene glicole propilenico che può causare irritazione cutanea in alcuni soggetti. Diclofenac Giuliani contiene olio essenziale di menta che può causare reazioni allergiche. Conservare nella confezione originale. Posologia Adulti Spruzzare sulla zona cutanea interessata una quantità sufficiente di Diclofenac Giuliani. In base alla dimensione della zona da trattare, applicare 4-5 spruzzi (0,8-1,0 g di spray contenenti 32-40 mg di diclofenac sodico) 3 volte al giorno a intervalli regolari. Non si deve superare una dose singola massima pari a 1,0 g di prodotto. La dose giornaliera massima è di 15 spruzzi (3,0 g di spray contenenti 120 mg di diclofenac sodico). Massaggiare delicatamente la cute per favorire l’assorbimento di Diclofenac Giuliani. Dopo l’applicazione lavarsi le mani, a meno che non siano il sito di trattamento. Dopo l’applicazione, lasciare asciugare per alcuni minuti prima di coprire o bendare la zona trattata. Il trattamento può essere interrotto una volta che i sintomi (dolore e gonfiore) si sono attenuati. Non si deve proseguire il trattamento per più di 7 giorni senza un controllo medico. Il paziente deve consultare il medico in assenza di miglioramenti dopo 3 giorni o in caso di peggioramento dei sintomi. Popolazioni speciali Anziani Non è necessario alcun aggiustamento particolare della dose. Dato il profilo dei possibili effetti collaterali, i soggetti anziani devono essere sottoposti a un monitoraggio particolarmente accurato. Pazienti con insufficienza renale Nei pazienti con insufficienza renale non è richiesta alcuna riduzione della dose. Pazienti con insufficienza epatica Nei pazienti con insufficienza epatica non è richiesta alcuna riduzione della dose. Popolazione pediatrica Non sono disponibili dati sufficienti sull’efficacia e la sicurezza nei bambini e negli adolescenti di età inferiore ai 14 anni (vedere anche il paragrafo 4.3 Controindicazioni). Nei ragazzi di età pari e superiore a 14 anni, se questo prodotto deve essere impiegato per più di 7 giorni per alleviare il dolore oppure se i sintomi peggiorano, il paziente/i genitori dell’adolescente deve/devono consultare un medico. Modo di somministrazione Solo per uso cutaneo. - Ipersensibilità a diclofenac, arachidi, soia o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1. - Ipersensibilità all’acido acetilsalicilico o ad altri farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS). - Pazienti nei quali si sono verificati attacchi di asma, orticaria o rinite acuta in seguito all’assunzione di aspirina o altri farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS). - Uso su lesioni aperte, infiammazioni o infezioni della pelle nonché eczema o membrane mucose. - Durante il terzo trimestre di gravidanza. - Bambini e adolescenti di età inferiore ai 14 anni. Per il trattamento sintomatico locale del dolore da lieve a moderato e dell’infiammazione, in seguito a trauma contusivo acuto a carico delle articolazioni di piccole e medie dimensioni e strutture periarticolari. Alcool isopropilico Lecitina di soia Etanolo Disodio fosfato dodecaidrato Sodio fosfato diidrato Disodio edetato Glicole propilenico (E1520) Olio essenziale di menta Ascorbile palmitato Acido cloridrico 10% (p/p) per aggiustamento del pH Sodio idrossido 10% (p/p) per aggiustamento del pH Acqua depurata.Ogni grammo di soluzione contiene 40 mg di diclofenac sodico. Eccipienti con effetti noti: 150 mg di glicole propilenico (E1520)/grammo di soluzione, 100 mg di lecitina di soia/grammo di soluzione. Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1. Sono stati segnalati frequentemente disturbi cutanei. Le reazioni avverse (Tabella 1) sono classificate in base alla frequenza, partendo da quelle più frequenti, secondo la seguente convenzione: molto comune (≥ 1/10); comune (≥ 1/100 a < 1/10); non comune (≥ 1/1.000 a < 1/100); raro (≥ 1/10.000 a < 1/1.000); molto raro (< 1/10.000); non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili). All’interno di ogni gruppo di frequenza, le reazioni avverse sono riportate in ordine decrescente di gravità. Tabella 1 Disturbi del sistema immunitario Molto raro Ipersensibilità (inclusa orticaria), edema angioneurotico Infezioni e infestazioni Molto raro Rash con pustole Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche Molto raro Asma Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo Comune Rash, eczema, eritema, dermatite (inclusa dermatite da contatto), prurito* Raro Dermatite bollosa Molto raro Reazione di fotosensibilità Non nota Reazione al sito di applicazione, pelle secca, sensazione di bruciore * Il prurito è stato registrato con una frequenza pari allo 0,9% in uno studio clinico, in cui 236 pazienti con distorsioni della caviglia sono stati trattati con 4-5 spruzzi di Diclofenac Giuliani tre volte al giorno (120 soggetti) o con placebo (116 soggetti) per 14 giorni. Quando Diclofenac Giuliani è applicato su zone cutanee estese e per un lungo periodo di tempo, non si può escludere la comparsa di effetti indesiderati sistemici. Possono insorgere reazioni quali dolori addominali, dispepsia, disturbi gastrici, epatici o renali, e reazioni sistemiche di ipersensibilità. Segnalazione delle reazioni avverse sospette La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/content/come-segnalare-una-sospetta-reazione-avversa. Il basso assorbimento sistemico di diclofenac topico rende molto improbabile un sovradosaggio. Tuttavia, si possono prevedere effetti indesiderati simili a quelli osservati in seguito a sovradosaggio di diclofenac compresse, se Diclofenac Giuliani viene inavvertitamente ingerito (ad es. un flacone spray da 15 ml contenente 500 mg di diclofenac sodico). In caso di ingestione accidentale, con conseguenti effetti indesiderati sistemici significativi, devono essere intraprese le misure terapeutiche generali normalmente adottate per trattare l’avvelenamento con farmaci antinfiammatori non steroidei. Devono essere prese in considerazione, la decontaminazione gastrica e l’uso di carbone attivo, in special modo entro un breve tempo dall’ingestione. Gravidanza La concentrazione sistemica di Diclofenac Giuliani, confrontata con formulazioni orali, è più bassa dopo somministrazione topica. Facendo riferimento all’esperienza con trattamento con FANS per somministrazione sistemica, si raccomanda quanto segue: L’inibizione della sintesi di prostaglandine può interessare negativamente la gravidanza e/o lo sviluppo embrio/fetale. Risultati di studi epidemiologici suggeriscono un aumento del rischio di aborto e di malformazione cardiaca e di gastroschisi dopo l’uso di un inibitore della sintesi delle prostaglandine nelle prime fasi della gravidanza. Il rischio assoluto di malformazioni cardiache aumentava da meno dell’1% fino a circa l’1,5%. Si ritiene che il rischio aumenta con la dose e la durata della terapia. Negli animali, la somministrazione di inibitori della sintesi di prostaglandine ha mostrato di provocare un aumento della perdita di pre e post-impianto e di mortalità embrio-fetale. Inoltre, un aumento di incidenza di varie malformazioni, inclusa quella cardiovascolare, è stato riportato in animali trattati con inibitori di sintesi delle prostaglandine durante organogenesi. Durante il primo e il secondo trimestre di gravidanza, Diclofenac Giuliani non deve essere somministrato se non in casi strettamente necessari. Se Diclofenac Giuliani è usato da una donna che sta pianificando una gravidanza, o durante il primo e secondo trimestre di gravidanza, la dose deve essere mantenuta più bassa possibile e la durata del trattamento più breve possibile. Durante il terzo trimestre di gravidanza, tutti gli inibitori della sintesi di prostaglandine possono esporre il feto a: - tossicità cardiopolmonare (con chiusura prematura del dotto arterioso e ipertensione polmonare); - disfunzione renale, che può progredire in insufficienza renale con oligoidroamnios; la madre e il neonato, alla fine della gravidanza, a: - possibile prolungamento del tempo di sanguinamento, un effetto antiaggregante che può verificarsi anche a dosi molto basse; - inibizione delle contrazioni uterine con conseguente ritardo o prolungamento del travaglio. Pertanto, il diclofenac è controindicato durante il terzo trimestre di gravidanza. Allattamento Come altri FANS, il diclofenac passa nel latte materno in piccole quantità. Tuttavia, alle dosi terapeutiche di Diclofenac Giuliani, non sono previsti effetti sul lattante. A causa della mancanza di studi controllati in donne che allattano, il prodotto deve essere usato durante l'allattamento solo sotto consiglio di un operatore sanitario. In questa circostanza, Diclofenac Giuliani non deve essere applicato sul seno delle madri che allattano, né altrove su superfici cutanee estese o per un periodo prolungato di tempo (vedere paragrafo 4.4). Poiché l’assorbimento sistemico di diclofenac a seguito di un’applicazione topica di Diclofenac Giuliani è molto basso, le interazioni con altri medicinali sono molto improbabili. L’uso concomitante di acido acetilsalicilico o altri FANS può aumentare l’incidenza delle reazioni avverse (vedere paragrafo 4.4).

Dettagli Aggiungi al carrello

6,90

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
LACTOFLORENE PLUS INTEGRATORE FERMENTI LATTICI VIVI 12 FLACONCINI -30%

LACTOFLORENE PLUS INTEGRATORE FERMENTI LATTICI VIVI 12 FLACONCINI

€ 16,90 € 11,90

Indicazioni A cosa serve Lactoflorene Plus e quando prenderlo? Il complemento alimentare Lactoflorene Plus è formulato con vitamine del gruppo B e 3 ceppi di fermenti lattici vivi, utili per la loro azione benefica a favore dell’equilibrio della flora batterica intestinale. La sua formula orosolubile è indicata in caso di disturbi intestinali provocati da alterazioni della flora batterica a causa di stress, cattive abitudini alimentari, uso di antibiotici. Lactoflorene Plus è potenziato con Zinco a supporto del buon funzionamento del sistema immunitario e a difesa delle cellule dall’azione ossidante dei radicali liberi. Non contiene glutine né lattosio e può essere assunto anche dai soggetti intolleranti e celiaci. Come funziona Lactoflorene Plus Flaconcini? Come agisce Lactoflorene Plus? Lactoflorene Plus apporta all’intestino la corretta dose di fermenti lattici vivi per mantenere la salute e il benessere della flora batterica. Questo integratore agisce grazie a: Miscela Florene di microrganismi tipizzati e vitamine del gruppo B, che promuovono la regolarità delle funzioni intestinali in caso di transito rallentato e di alterazioni dovute a fattori esterni; Zinco, efficace antiossidante che rafforza le difese immunitarie. Caratteristiche Nutrizionali Le informazioni nutrizionali per 1 flaconcino dell’integratore intestinale Lactoflorene Plus sono le seguenti:  Componenti per dose %RDA* Lactobacillus acidophilus LA-5® Bifidobacterium BB-12® Lactobacillus paracasei CRL431® Bacillus coagulans BC513 cellule vive non meno di 1 mld UFC**   Niacina 10,8 mg 67,5 Acido pantotenico 3,6 mg 60,0 Vitamina B6 1,2 mg 85,7 Riboflavina 0,96 mg 68,6 Tiamina 0,84 mg 76,4 Vitamina B12 0,60 µg 24,0 *RDA: dose giornaliera raccomandata. **UFC: unità formanti colonie. Modalità d’uso e Posologia Come si prende Lactoflorene Plus? Si raccomanda l’assunzione di uno o massimo due flaconi diLactoflorene Plus al giorno, preferibilmente lontano dai pasti. Agitare bene prima di bere il contenuto. Premere energicamente il tappo con entrambi i pollici in modo che il suo contenuto cada nella soluzione (questa operazione potrebbe richiedere 2 scatti) oppure appoggiare il flaconcino su una superficie piana e spingere il tappo con decisione fino in fondo con il palmo della mano. Avvertenze e Controindicazioni Quali sono le principale avvertenze di Lactoflorene Plus? Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni. Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e di un sano stile di vita. Conservare il prodotto in luogo fresco e asciutto, al riparo dalla luce. Ingredienti e Composizione Cosa contiene Lactoflorene Plus? Principali:Fermenti lattici vivi ad azione probiotica. Zinco.Vitamine del gruppo B.Fibre oligosaccaridiche. Nel tappo separatore: Destrine di mais, composto probiotech® ABC (lactobacillus acidophilus LA-5® DSM13241; bifidobacterium BB-12® DSM15954; lactobacillus paracasei CRL431® ATCC55544; maltodestrina e sodio alginato), antiagglomeranti: biossido di silicio e magnesio ossido; lievito di birra lisato (glucani), cacillus coagulans BC513 LMG S-24828 (su maltodestrina), idrossipropilmetilcellulosa, sodio fosfato. Nel flaconcino: Acqua demineralizzata, fruttosio, miele, frutto-oligosaccaridi a corta catena, aromi, conservanti: potassio sorbato e sodio benzoato; nicotinamide (niacina), acidificante: acido citrico, colorante: caramello, calcio d-pantotenato (vitamina B5), piridossina cloridrato (vitamina B6), riboflavina (vitamina B2), tiamina cloridrato (vitamina B1), cianocobalamina (vitamina B12 con acido citrico, citrato di sodio, maltodestrina). Formato 12 flaconcini da 10 ml

Dettagli Aggiungi al carrello

11,90

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
LACTOFLORENE PLUS * INTEGRATORE FERMENTI LATTICI VIVI 18 FLACONCINI -43%

LACTOFLORENE PLUS * INTEGRATORE FERMENTI LATTICI VIVI 18 FLACONCINI

€ 20,90 € 11,90

Lactoflorene Plus è un integratore alimentare in flaconcini, a base di fermenti lattici vivi, vitamine e minerali che mantengono le corrette funzioni dell’intestino e riequilibrano la flora batterica compromessa da disordini alimentari o assunzione di medicine. Indicazioni Lactoflorene Plus è indicato nel caso in cui si ha un’alterazione della flora batterica intestinale causata da terapie antibiotiche, influenza, viaggi con cambiamenti climatici e igienici, disordine alimentare, ridotto apporto di fibre con la dieta. Come funziona Lactoflorene Plus Flaconcini? Il complemento alimentare Lactoflorene Plus è formulato con vitamine del gruppo B e 3 ceppi di fermenti lattici vivi, utili per la loro azione benefica a favore dell’equilibrio della flora batterica intestinale. La sua formula orosolubile è indicata in caso di disturbi intestinali provocati da alterazioni della flora batterica a causa di stress, cattive abitudini alimentari, uso di antibiotici. Lactoflorene Plus è potenziato con Zinco a supporto del buon funzionamento del sistema immunitario e a difesa delle cellule dall’azione ossidante dei radicali liberi. Non contiene glutine né lattosio e può essere assunto anche dai soggetti intolleranti e celiaci. Lactoflorene Plus apporta all’intestino la corretta dose di fermenti lattici vivi per mantenere la salute e il benessere della flora batterica. Questo integratore agisce grazie a: Miscela Florene di microrganismi tipizzati e vitamine del gruppo B, che promuovono la regolarità delle funzioni intestinali in caso di transito rallentato e di alterazioni dovute a fattori esterni; Zinco, efficace antiossidante che rafforza le difese immunitarie. Caratteristiche Nutrizionali Le informazioni nutrizionali per 1 flaconcino dell’integratore intestinale Lactoflorene Plus sono le seguenti:  Componenti per dose %RDA* Lactobacillus acidophilus LA-5® Bifidobacterium BB-12® Lactobacillus paracasei CRL431® Bacillus coagulans BC513 cellule vive non meno di 1 mld UFC**   Niacina 10,8 mg 67,5 Acido pantotenico 3,6 mg 60,0 Vitamina B6 1,2 mg 85,7 Riboflavina 0,96 mg 68,6 Tiamina 0,84 mg 76,4 Vitamina B12 0,60 µg 24,0 *RDA: dose giornaliera raccomandata. **UFC: unità formanti colonie. Modalità d’uso e Posologia Si raccomanda l’assunzione di uno o massimo due flaconi diLactoflorene Plus al giorno, preferibilmente lontano dai pasti. Agitare bene prima di bere il contenuto. Premere energicamente il tappo con entrambi i pollici in modo che il suo contenuto cada nella soluzione (questa operazione potrebbe richiedere 2 scatti) oppure appoggiare il flaconcino su una superficie piana e spingere il tappo con decisione fino in fondo con il palmo della mano. Avvertenze e Controindicazioni Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni. Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e di un sano stile di vita. Conservare il prodotto in luogo fresco e asciutto, al riparo dalla luce. Ingredienti e Composizione Principali:Fermenti lattici vivi ad azione probiotica. Zinco.Vitamine del gruppo B.Fibre oligosaccaridiche. Nel tappo separatore: Destrine di mais, composto probiotech® ABC (lactobacillus acidophilus LA-5 DSM13241; bifidobacterium BB-12 DSM15954; lactobacillus paracasei CRL431 ATCC55544; maltodestrina e sodio alginato), antiagglomeranti: biossido di silicio e magnesio ossido; lievito di birra lisato (glucani), cacillus coagulans BC513 LMG S-24828 (su maltodestrina), idrossipropilmetilcellulosa, sodio fosfato. Nel flaconcino: Acqua demineralizzata, fruttosio, miele, frutto-oligosaccaridi a corta catena, aromi, conservanti: potassio sorbato e sodio benzoato; nicotinamide (niacina), acidificante: acido citrico, colorante: caramello, calcio d-pantotenato (vitamina B5), piridossina cloridrato (vitamina B6), riboflavina (vitamina B2), tiamina cloridrato (vitamina B1), cianocobalamina (vitamina B12 con acido citrico, citrato di sodio, maltodestrina). Formato 18 flaconcini da 10 ml

Dettagli Aggiungi al carrello

11,90

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
IRIREACT COLLIRIO 1 FLACONE DA 10ml 3mg/ml + 0,5mg/ml -48%

IRIREACT COLLIRIO 1 FLACONE DA 10ml 3mg/ml + 0,5mg/ml

€ 9,40 € 4,85

Descrizione Irireact Collirio 1 Flacone Da 10ml 3mg/ml + 0,5mg/ml DENOMINAZIONE: IRIREACT 3 MG/ML + 0,5 MG/ML COLLIRIO, SOLUZIONE CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA: Decongestionante ed antiallergico. PRINCIPI ATTIVI: 100 ml di soluzione contengono i principi attivi: feniramina maleato 0 ,30 g; tetrizolina cloridrato 0,05 g. Eccipiente con effetti noti: ben zalconio cloruro. Per l'elenco completo degli eccipienti, vedere parag rafo 6.1. ECCIPIENTI: Acido borico, borace, benzalconio Cloruro, acqua per preparazioni inie ttabili. INDICAZIONI: Irireact e' indicato nel trattamento degli stati allergici ed infiamma tori della congiuntiva accompagnati da fotofobia, lacrimazione, sensaz ione di corpo estraneo, dolore. CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR: Ipersensibilita' verso i componenti del prodotto o altre sostanze stre ttamente correlate dal punto di vista chimico; in particolare verso xi lometazolina, oximetazolina, nafazolina. Glaucoma ad angolo stretto/ch iuso o altre gravi malattie dell'occhio. Controindicato nei bambini al di sotto dei 12 anni. Generalmente controindicato durante la gravidan za e l'allattamento (vedereparagrafo 4.6). Controindicato nel contempo raneo trattamento con farmaci inibitori delle monoaminossidasi (tranil cipromina, fenelzina, pargilina) (vedere paragrafo 4.5). POSOLOGIA: Posologia: 1-2 gocce da instillare nell'occhio interessato 2-3 volte a l giorno. Non superare le dosi consigliate. Attenersi scrupolosamente alle dosi consigliate. Un dosaggio superiore del prodotto anche se ass unto per via topica e per breve periodo di tempo puo' dar luogo ad eff etti sistemici gravi. Irireact e' controindicato nei bambini al di sot to dei 12 anni. (vedere paragrafo 4.3). CONSERVAZIONE: Conservare a temperatura non superiore a 30 gradi C. AVVERTENZE: Il prodotto, pur presentando uno scarsissimo assorbimento sistemico, d eve essere usato con cautela nei soggetti affetti da ipertensione, ipe rtiroidismo, disturbi cardiaci, ed iperglicemia (diabete). In caso del persistere o aggravarsi dei sintomi dopo breve periodo di trattamento invitare il paziente a consultare il medico. In ogni caso, il prodott o non deve essere impiegato per piu' di 4 giorni consecutivi, salvo di versa prescrizione medica, stante la possibilita' che possano verifica rsi in caso contrario, effetti indesiderati. Il prodotto, se accidenta lmente ingerito o se impiegato per lunghi periodi a dosi eccessive, pu o' determinare fenomeni tossici. Infezioni, pus, corpi estranei nell'o cchio, danni meccanici, chimici, da calore, richiedono l'intervento de l medico. L'uso, specie se prolungato dei prodotti topici puo' dar luo go a fenomeni di sensibilizzazione. In tal caso e' necessario interrom pere il trattamento ed istituire una terapia idonea. Il prodotto conti ene come conservante 0,012 mg di benzalconio cloruro per la dose massi ma giornaliera raccomandata di 6 gocce (0,24 ml) equivalente a 0,05 mg /ml. Il benzalconio cloruro puo' dare origine a reazioni di ipersensib ilita' e non deve essere applicato mentre si indossano lenti a contatt o (nel caso di portatori di lenti a contatto, indossare le stesse solo 15 minuti dopo l'uso del prodotto). In questi casi e' possibile utili zzare il contenitore monodose che non contiene conservanti. Benzalconi o cloruro puo' anche causare irritazione agli occhi specialmente se si ha l'occhio secco o disturbi alla cornea. INTERAZIONI: Irireact non deve essere usato in concomitanza con l'assunzione di far maci inibitori della monoaminossidasi, poiche' cio' puo' determinare l 'insorgenza di gravi crisi ipertensive. EFFETTI INDESIDERATI: L'uso del prodotto puo' determinare talvolta dilatazione pupillare, ef fetti sistemici da assorbimento (ipertensione, disturbi cardiaci, iper glicemia), aumento della pressione endoculare, nausea, cefalea. Nei ba mbini se accidentalmente ingerito, il preparato puo' determinare sopor e anche profondo, ed ipotonia. Raramente possono manifestarsi fenomeni di ipersensibilita'. In tal caso occorre interrompere il trattamento ed istituire terapia idonea. Segnalazione delle reazioni avverse sospe tte. La segnalazione di reazioni avverse sospette che si verificano do po l'autorizzazione del medicinale e' importante, in quanto permette i l continuo monitoraggio del bilancio beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari e' richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indi rizzo www.aifa.gov.it/content/segnalazioni-reazioni-avverse. GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO: I dati relativi all'uso di feniramina maleato e tetrizolina cloridrato in donne in gravidanza non esistono o sono in numero limitato. A scop o precauzionale, e' preferibile in gravidanza e durante l'allattamento , usare Irireact solo in caso di effettiva necessita', sotto il dirett o controllo del medico.

Dettagli Aggiungi al carrello

4,85

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
IRIREACT COLLIRIO 10 CONTENITORI MONODOSE -48%

IRIREACT COLLIRIO 10 CONTENITORI MONODOSE

€ 9,40 € 4,90

Descrizione Irireact Collirio 10 Contenitori Monodose DENOMINAZIONE: IRIREACT 3 MG/ML + 0,5 MG/ML COLLIRIO, SOLUZIONE IN CONTENITORE MONODO SE CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA: Decongestionante ed antiallergico. PRINCIPI ATTIVI: 100 ml di soluzione contengono i principi attivi: feniramina maleato 0 ,30 g; tetrizolina cloridrato 0,05 g. Per l'elenco completo degli ecci pienti, vedere paragrafo 6.1. ECCIPIENTI: Acido borico, borace, acqua per preparazioni iniettabili. INDICAZIONI: Irireact e' indicato nel trattamento degli stati allergici ed infiamma tori della congiuntiva accompagnati da fotofobia, lacrimazione, sensaz ione di corpo estraneo, dolore. CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR: Ipersensibilita' verso i componenti del prodotto o altre sostanze stre ttamente correlate dal punto di vista chimico; in particolare verso xi lometazolina, oximetazolina, nafazolina. Glaucoma ad angolo stretto/ch iuso o altre gravi malattie dell'occhio. Controindicato nei bambini al di sotto dei 12anni. Generalmente controindicato durante la gravidanz a e l'allattamento (vedereparagrafo 4.6). Controindicato nel contempor aneo trattamento con farmaci inibitori delle monoaminossidasi (tranilc ipromina, fenelzina, pargilina) (vedere paragrafo 4.5). POSOLOGIA: Posologia: 1-2 gocce da instillare nell'occhio interessato 2-3 volte a l giorno. Non superare le dosi consigliate. Attenersi scrupolosamente alle dosi consigliate. Un dosaggio superiore del prodotto anche se ass unto per via topica e per breve periodo di tempo puo' dar luogo ad eff etti sistemici gravi. Irireact e' controindicato nei bambini al di sot to dei 12 anni. (vedere paragrafo 4.3). CONSERVAZIONE: Conservare a temperatura non superiore a 30 gradi C. AVVERTENZE: Il prodotto, pur presentando uno scarsissimo assorbimento sistemico, d eve essere usato con cautela nei soggetti affetti da ipertensione, ipe rtiroidismo, disturbi cardiaci, ed iperglicemia (diabete). In caso del persistere o aggravarsi dei sintomi dopo breve periodo di trattamento invitare il paziente a consultare il medico. In ogni caso, il prodott o non deve essere impiegato per piu' di 4 giorni consecutivi, salvo di versa prescrizione medica, stante la possibilita' che possano verifica rsi in caso contrario, effetti indesiderati. Il prodotto, se accidenta lmente ingerito o se impiegato per lunghi periodi a dosi eccessive, pu o' determinare fenomeni tossici. Infezioni, pus, corpi estranei nell'o cchio, danni meccanici, chimici, da calore, richiedono l'intervento de l medico. L'uso, specie se prolungato dei prodotti topici puo' dar luo go a fenomeni di sensibilizzazione. In tal caso e' necessario interrom pere il trattamento ed istituire una terapia idonea. INTERAZIONI: Irireact non deve essere usato in concomitanza con l'assunzione di far maci inibitori della monoaminossidasi, poiche' cio' puo' determinare l 'insorgenza di gravi crisi ipertensive. EFFETTI INDESIDERATI: L'uso del prodotto puo' determinare talvolta dilatazione pupillare, ef fetti sistemici da assorbimento (ipertensione, disturbi cardiaci, iper glicemia), aumento della pressione endoculare, nausea, cefalea. Nei ba mbini se accidentalmente ingerito, il preparato puo' determinare sopor e anche profondo, ed ipotonia. Raramente possono manifestarsi fenomeni di ipersensibilita'. In tal caso occorre interrompere il trattamento ed istituire terapia idonea. Segnalazione delle reazioni avverse sospe tte. La segnalazione di reazioni avverse sospette che si verificano do po l'autorizzazione del medicinale e' importante, in quanto permette i l continuo monitoraggio del bilancio beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari e' richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indi rizzo www.aifa.gov.it/content/segnalazioni-reazioni-avverse. GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO: I dati relativi all'uso di feniramina maleato e tetrizolina cloridrato in donne in gravidanza non esistono o sono in numero limitato. A scop o precauzionale, e' preferibile in gravidanza e durante l'allattamento , usare Irireact solo in caso di effettiva necessita', sotto il dirett o controllo del medico.

Dettagli Aggiungi al carrello

4,90

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello